Home News Ultime Transumanza
Transumanza PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
Venerdì 09 Aprile 2010 19:32

E’ ancora buio,quando il pastore transumante (“R   PASSARECC”)  apre gli occhi, ma non vede il cielo:ha dormito su una coperta di lana distesa sulla nuda terra,la testa e il busto coperti dal basto di un mulo,le gambe da un’altra coperta e dall’ombrello.Ai piedi ha le pesanti scarpe chiodate,che non ha tolto,per essere sempre pronto a reagire a un attacco dei lupi (che fanno la transumanza insieme ai pastori e alle pecore) o ai ladri di bestiame.E’ vestito,indossa una maglia di lana grezza non colorata,mutande di lana lunghe,calze di lana,una camicia di flanella,un corpetto di velluto,pantaloni di velluto,una giacca di velluto dello stesso colore scuro dei pantaloni.. [continua]

 

 

Intorno a lui rumori e suoni familiari, l’abbaiare dei cani,il belare delle pecore,impazienti di rimettersi in cammino,il vociare del buttero (“Vuttr”) e dei suoi sottoposti –“vttruocchi” e “Vuttrin” --   che incominciano a smontare gli stazzi e a sistemare sui muli bardati le reti e i paletti. Il casaro, con i suoi, riordina caldaio di rame (“Frscelle”) e recipienti di legno.Una volta in piedi il nostro pastore si alza e controlla il suo equipaggiamento:il coltello in tasca;l a fiaschetta; la “Mishisca” (carne di pecora essiccata al sole)nella tasca della giacca;fischia per richiamare i suoi cani,bestie fedeli e ubbidienti,bianchi per distinguersi anche di notte dai lupi, con i loro enormi collari chiodati,una voce per far capire che è ora di muoversi e comincia lentamente un’altra giornata.Il sole si è da poco levato,il gregge incomincia a muoversi,avanti un paio di cani e un pastore con la “capo pecora”;ai lati i cani e a seguire i muli carichi;chiudono un pastore con due tre cani.La colazione è frugale, consumata mentre si cammina e si controllano le pecore,si mastica la “mishisca”, si beve dalla fiaschetta di legno portata a tracolla.Il cammino è lento ogni tanto un fischio,un urlo,per richiamare una pecora svogliata o riottosa.

Pasquale Sardella

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Giugno 2010 21:57
 
 

VIsite da Maggio 2002

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday79
mod_vvisit_counterYesterday293
mod_vvisit_counterThis week372
mod_vvisit_counterLast week2520
mod_vvisit_counterThis month5688
mod_vvisit_counterLast month13196
mod_vvisit_counterAll days1168313

We have: 16 guests online
Your IP: 34.228.41.66
 , 
Today: Dic 17, 2018