Home

Risorse

Castropignano.net
Il volo dell'Angelo PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
Giovedì 06 Luglio 2017 21:27

Resiste a Vastogirardi una tradizione che lì iniziò ad inizio del secolo scorso, quella del Volo dell'Angelo, cui hanno assistito il 2 luglio scorso anche circa 40 nostri compaesani, che hanno raggiunto l'alto Molise in pullman, su iniziativa della Pro Loco. La manifestazione religiosa vede protagonista una bambina nelle vesti di un angelo, che, opportunamente imbracata e agganciata ad un cavo d'acciaio, "vola" dal balcone di una casa privata verso il sagrato di una chiesa, dove si trova la Statua della Madonna delle Grazie. La tradizione si ritrova in diverse parti d' Italia ed anche a Castropignano ve n'è  memoria; il volo veniva rappresentato alla "Croce La Porta", preparato e realizzato da un forestiero che veniva in paese per l'occasione.

 
Pellegrinaggio PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
Giovedì 06 Luglio 2017 21:00

Domenica 9 luglio si svolgerà un pellegrinaggio a piedi da Baranello a Castropignano. L'iniziativa è legata alla grotta di S.Michele, in agro di Castropignano, ad un chilometro circa dall'abitato, nel bosco; essa era meta di devoti di Castropignano che vi si recavano a Maggio, in occasione della ricorrenza di S.Michele. La tradizione fu interrotta all'epoca della seconda guerra mondiale, ma recentemente è stato riaperto il sentiero per raggiungerla e una piccola statua del santo è stata collocata all'interno, per ripristinarne il culto. Il Patrono di Baranello è S.Michele e per questo si è pensato di proporre e realizzare questo piccolo pellegrinaggio. Si partirà al mattino alle 5.30, si scenderà sino al Biferno, si risalirà per stradine e mulattiere verso Casalciprano. Si farà sosta presso il parco dell'Annunziata, dove rimane la chiesa omonima, per proseguire quindi per Castropignano, dove sarà celebrata una Messa. L'organizzazione vede il concorso della parrocchia di Baranello e della pro loco di Castropignano. Si prevede una partecipazione molto nutrita, che sfiorerà le cento adesioni. I Baranellesi hanno deciso, peraltro, di progettare, per i prossimi mesi, un secondo cammino avente per destinazione S.Angelo in Grotte, un terzo  il Gargano, ovvero Monte S.Angelo.

Ultimo aggiornamento Venerdì 07 Luglio 2017 10:14
 
Transumanza PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
Giovedì 25 Maggio 2017 08:35

Anche quest'anno passerà per Castropignano la mandria bovina dei Colantuono , proveniente dalla Puglia e diretta alla montagna di Frosolone. Un'occasione di festa, d'incanto tradizionale, cui si assiste annualmente, come ad un rito che viene da lontano e s'allunga nel tempo. Finita la sosta notturna alla Quercigliole (Ripalimosani), le mucche si avvieranno all'alba, condotte da pastori a cavallo, alla volta di S.Stefano; scenderanno al Biferno e saliranno a Castropignano e Torella, lungo il Tratturo Castel di Sangro Lucera. Prenderanno quindi il braccio tratturale che attraversa le campagne di Molise, Cerasito, S.Pietro in Valle, per concludere i quattro giorni di cammino all'interno di Frosolone prima, e sui sentieri di montagna poi. A Castropignano, dunque, passeranno sabato 27, poco dopo le 7 del mattino.

 
E' nato... PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
Martedì 27 Giugno 2017 06:01

E' nato stamattina Mattia, figlio di Martina Greco e Paolo Ciarlariello. Trova sul suo cammino il fratellino Nicolò, prossimo ai tre anni. Che la gioia s'estenda a  parenti, amici e compaesani!

Ultimo aggiornamento Martedì 27 Giugno 2017 06:09
 
Castropignano oggi PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
Mercoledì 01 Marzo 2017 23:33

Castropignano è un paesino dell’entroterra molisano, a poca distanza dal  capoluogo. Si sviluppa sulla    cresta di due colline che guardano la valle del Biferno.  Conta,  nel centro abitato,  poco più  di 400 persone, sopravvissute all’endemica emigrazione;   quella d’oggi, e degli ultimi anni, riguarda soprattutto le nuove generazioni, in particolare quelle dotate di un livello d’istruzione alto.                                                                                     La popolazione, quindi, è prevalentemente anziana, la natalità annuale è ridotta a meno di 10 unità . L’aspetto del paese conserva l’incanto di sempre, ma le case sono vuote , come gusci abbandonati. La parte antica del paese racconta con semplicità e chiarezza la sua storia: tante piccole abitazioni in pietra nuda locale, appartenute ad una comunità che viveva prevalentemente di agricoltura. Tra di esse svetta la Torre dell’Orologio, d’origine longobarda, residua dell’antico castello, poi abbandonato e scomparso.                                                                                                        Nelle immediate vicinanze ricade l’antico Convento di S.Martino, da tempo di proprietà privata, e la trecentesca

Ultimo aggiornamento Giovedì 02 Marzo 2017 16:35
Leggi tutto...
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 9 di 45
 

Chi è online

 8 visitatori online

VIsite da Maggio 2002

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday269
mod_vvisit_counterYesterday362
mod_vvisit_counterThis week2325
mod_vvisit_counterLast week2076
mod_vvisit_counterThis month7222
mod_vvisit_counterLast month10153
mod_vvisit_counterAll days1250879

: 8 visitatori online
Your IP: 3.227.233.6
 , 
Today: Ago 23, 2019

Pubblicità

Link consigliati: