Home

Risorse

Castropignano.net
Antenne per telefonia PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
Sabato 05 Marzo 2016 09:40

Circa  un mese fa  è stata installata a Poggetto una nuova antenna per le trasmissioni telefoniche ; sembra che sia della Vodaphone. E’ stata collocata sullo stesso palo che supportava l’antenna della TIM/Telecom. Ora si vedono, in cima al traliccio, 7 parabole e tre antenne a forma di parallelepipedo.

Tutto è accaduto a sorpresa; non se ne sapeva nulla, se non al Comune. Allo scrivente,  che ne ha fatto regolare richiesta più di 20 giorni fa, non è stato ancora concesso di prendere visione del carteggio che legittimerebbe questa nuova SRB (stazione radio base). A parte il sospetto che interferisca sulla buona ricezione delle trasmissioni televisive  (in diverse abitazioni si sono registrati disturbi in coincidenza della realizzazione  di questa nuova opera), c’è motivo di allarme e sconcerto.   Si tratta, infatti,  della 3^ SRB che investe l’abitato di Castropignano, giacché  una è stata installata al centro del paese, su una torre longobarda. Le altre due, a poche centinaia di metri dall’abitato, insistono  su un “punto panoramico” rilevante, segnalato sulle carte stradali.  Tutto questo ha destato e desta grande perplessità, anche se in Italia tutto si può fare e niente si può fare!

Ma alla perplessità s’aggiunge  il silenzio dell’Amministrazione Comunale e la passività della popolazione rispetto alle ipotesi, che la Scienza avanza,  circa i danni alla salute delle onde elettromagnetiche emesse dalle antenne.

Cosa pensare, a questo punto, dei numerosi casi di tumore  che hanno colpito cittadini di Castropignano che abitavano o abitano nella parte bassa del paese? C’è relazione tra le antenne e  i casi di tumore registrati?   La cautela avrebbe dovuto indurre gli attuali amministratori, come quelli che li hanno preceduti, a forme di resistenza . Non è avvenuto.

La protesta, o meglio la contrapposizione, è stata fatta dai soliti noti, non sostenuti da quel che resta di una comunità decadente. Eppure c’erano e ci sono gli estremi e le condizioni per battersi contro le installazioni di cui si dice, in modo da tenerle fuori e lontano dall’abitato. La Legge, infatti, protegge le aree di pregio storico-architettonico, così come quelle a particolare vocazione turistica. Protegge pure le aree con elevata densità di superficie edificata e persino i nuclei rurali abitati.

La Legge, insomma, dispone che si minimizzi l’esposizione delle popolazioni ai campi elettromagnetici, ma queste debbono far sentire forte la loro voce per difendersi, come è accaduto con successo in altre comunità più consapevoli.

Ultimo aggiornamento Lunedì 04 Aprile 2016 22:39
 
Aggiornamento terremoti PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
Venerdì 22 Gennaio 2016 13:43

La scossa maggiore si è avuta il 16 gennaio alle 20.00 circa; la magnitudo è stata di 4.3, anziché di 4.1, come era stato precedentemente detto. Questa scossa era stata preceduta e seguita da altre scosse minori, di cui una, quella del 17 , alle ore 23.10, di magnitudo 3.6; quest'ultima è stata avvertita da molti. L'attività sismica è continuata, ma è andata lentamente diminuendo. Oggi ci sono state nuove scosse, registrate solo  strumentalmente, verso le 9.00, le 12.00 e le 12.30.  L'epicentro è stato localizzato sempre nei pressi di Baranello (come nel 1805) , ad una profondità di circa 10 Km. Chi vuole dati puntuali, può andare sul sito www.ingv.it.

Ultimo aggiornamento Venerdì 22 Gennaio 2016 14:03
 
Sisma PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
Sabato 16 Gennaio 2016 23:20

Questa volta la scossa di terremoto, di magnitudo 4,1, a carattere sussultorio, è stata avvertita anche a Castropignano(così come in tutto il Molise, e in alcuni centri d'Abruzzo e della Campania), pur se non in tutte le zone del paese. L'epicentro è stato individuato tra Busso, Baranello e Vinchiaturo, alle 19.55; la profondità è stata calcolata in 10 Km. Un'altra scossa è stata registrata alle 21,00, di magnitudo 3,4. L'attività sismica degli ultimi giorni è legata alla Faglia (frattura della crosta terrestre) del Matese, che passa in prossimità di Boiano. Gli esperti dicono che il Matese, in quanto tratto della catena appenninica , si sta allargando dal versante tirrenico a quello adriatico, dando luogo ai fenomeni di questi giorni.

Ultimo aggiornamento Sabato 16 Gennaio 2016 23:53
 
Sant'Antuone PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
Sabato 16 Gennaio 2016 23:55

Un gruppo nutrito di giovani ha dato luogo nel pomeriggio e in serata ad una manifestazione legata alla festività di S.Antonio protettore degli animali. In passato essa era imponente e partecipata, perchè nel mondo contadino era determinante l'apporto degli animali nel lavoro agricolo; inoltre la popolazione era molto più consistente. Quella che si è tenuta stasera è una libera rielaborazione, con canti tradizionali, accensione di un falò in Piazza S.Marco (piazza antistante la Chiesa Madre), e ristoro finale comunitario. Apprezzabile in ogni caso, per l'animazione che ha attraversato le vie del paese, cui ha partecipato anche il parroco don Gino D'Ovidio.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Maggio 2017 20:54
 
Successi e medaglie PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
Domenica 10 Gennaio 2016 21:36

Sono queste le immagini che hanno accompagnato le gare sostenute dalla piccola campionessa Veronica Venditti lo scorso  dicembre (vedi trafiletto "Karate", nella pagina successiva).

Ultimo aggiornamento Lunedì 02 Gennaio 2017 00:17
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 8 di 40
 

Chi è online

 37 visitatori online

VIsite da Maggio 2002

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday112
mod_vvisit_counterYesterday508
mod_vvisit_counterThis week2588
mod_vvisit_counterLast week4841
mod_vvisit_counterThis month7990
mod_vvisit_counterLast month8679
mod_vvisit_counterAll days1019687

: 37 visitatori online
Your IP: 54.82.112.193
 , 
Today: Dic 16, 2017

Pubblicità

Link consigliati: